Edizione 2013

Grazie e due giorni speciali

IMG_6177Lo staff di Give! Festival del Volontariato Giovanile a Milano è felice di ringraziare tutti, ma proprio tutti quelli che hanno contribuito a questa prima edizione del Festival,anche solo presenziando e sorridendo.

Ci sono stati momenti emozionanti, concerti, musica, laboratori, mostre, soprattutto scambi di opinioni, di vedute, di esperienze. E tutto questo ci rende davvero orgogliosi di aver creato questa occasione di incontro per le associazioni milanesi, che sono tante e hanno una forza centripeta e centrifuga davvero esplosive.

Vi aspettiamo per condividere le vostre impressioni!

Stay tuned,

lo Staff di Give!

Marco Granelli, Gabriele Rabaiotti, Give! e Milano… la primavera dell’associazionismo

Non ci facciamo certo scoraggiare dal maltempo! E in tantissimi abbiamo (e avete) seguito la “primavera dell’associazionismo” che sta sbocciando, in barba al freddo invernale, in Barona. Ad Approdi Innovativi (al coperto, non temete!) ci stiamo preparando per il pomeriggio. Con mostre, iniziative, laboratori, bellissimi incontri e confronti, istituzionali ma non formali.

L’Assessore alla Sicurezza e alla coesione sociale Marco Granelli si è dimostrato entusiasta dell’iniziativa proposta, così come Gabriele Rabaiotti, presidente di zona 6. Emozionante il debutto, con i volontari emozionati e pieni di voglia di condividere le proprie esperienze, “anche e soprattutto in un momento di crisi come questo, in cui i valori come quelli del volontariato e della coesione sociale si fanno sempre più pressanti e urgenti” (la Cordata, che ospita il festival).

Insomma: non resta che venire a scoprire le associazioni, a sentire i concerti, e a scoprirvi, anche voi, volontari. Non solo per i due giorni di Give!

 

In diretta dal festival

I primi scatti direttamente dal festival!

Un inconto emozionante tra i cittadini e i volontari, l’assessore Marco Granelli alla Sicurezza e alla Coesione sociale che si complimenta con l’organizzazione e dimostra entusiasmo verso l’iniziativa, qualcosa di unico nel suo genere… nel prossimo articoli altre foto della mostra di volontariato prima nel suo genere!

Piove? Give! contro il cattivo umore!

doppio_arcobaleno
Vi aspettiamo domani per combattere gli sbalzi d’umore dovuti al cattivo tempo a Give!

Siamo in fase di allestimento delle attività, per rendere il tutto più accogliente e divertente possibile, in barba al meteo. Niente subirà variazioni rispetto al programma! Vi consigliamo di iscrivervi alle attività utilizzando l’apposito form per non rimanere esclusi da quello che più vi piacerebbe fare nei due giorni più colorati dell’anno.

Portate anche voi un po’ di colore e d’estate a Give! Vi aspettiamo in via Zumbini, da domani, dalle 15 alle 24!

Buona vigilia…

Give! collabora con: La Cordata | Bonaventura | WhenMusicAttacks!

Sono diverse le collaborazioni tra il festival Give! e le attività in cui si svolgerà il festival.

5974218748_9b2a6b0c18_bApprodi Innovati, location del Festival, è sede della cooperativa La Cordata, che da più di 20 anni crea e promuove i rapporti tra le persone, attiva reti di supporto e integrazione, offre servizi di accoglienza, accompagnamento sociale ed educativo e ospitalità alberghiera.c

Valori fondanti della cooperativa sono l’integrazione e la relazione, tra persone e comunità già presenti  sul territorio.

p

Sempre in via Zumbini, il nuovo ristorante pub Bonaventura da poco  avviato con una nuova gestione, durante il Festival si occuperà del Food&Drink ed ospiterà alcune delle attività in programma.

Fabio, Max e Stefano, i nuovi gestori, vogliono offrire qualità tramite materie prime di buona estrazione e con l’esperienza acquisita negli anni; le birre sono tantissime, la cucina è tradizionale rivisitata, dolci e creme spadroneggiano. E le iniziative sono molteplici: musica dal vivo, specialmente jazz, dj set e altre iniziative, con prezzi alla portata di tutti.

Infine, per il programma musicale preziosa è stata la collaborazione con WhenMusicAttacks, realtà attenta alla musica emergente a Milano. Gruppi selezionati, serate a tema, una backline totale, supporto alla promozione: queste le caratteristiche che contraddistinguono gli organizzatori. Non solo: si stimola il confronto e l’incontro tra le band, accomunate da un filo comune denominatore ben preciso e riconoscibile.

Ma che musica, Give! The Dowsers | L’Officina della Camomilla | Meg Bluez Band | Soltanto

header

L’Officina della Camomilla

L’associazione culturale Algo mas ha preparato per voi una serie di eventi speciali per questo festival!

Per sabato alle 19 sono infatti previsti due concertissimi: L’Officina della Camomilla e The Dowsers. Dei primi scrive il sito ImpattoSonoro: “Sono giovani ed al primo album, dopo una bella dose di tempo passata su Youtube a farsi ascoltare e a piacere, ed ovviamente indovinare la perfezione da subito non è cosa affatto facile”. Una realtà da tenere d’occhio, dunque.

I The Dowsers, invece, “nascono con l’idea di essere rabdomanti, dowsers appunto, alla continua ricerca dell’acqua, di vibrazioni sconosciute emesse da corpi e sostanze, ascoltando i suggerimenti del sottosuolo e trasferendoli in musica”(Edison change music). Insomma, un connubio irresistibile di sperimentalismo.

I Meg Bluez Band suoneranno invece alle 22,30. Di se stessi scrivono: “La voglia di proporre un progetto in cui mescolare i gusti e le influenze ed allo stesso tempo riscoprire e rielaborare sonorità old style…”. Come si fa a resistere?

E per domenica, alle 11,30, un aperitivo musicale con Soltanto, noto per essere riuscito a finanziare il proprio album con la formula del crowfunding, oltre che per le sue doti di musicista di strada. Scrive sul suo profilo facebook: “Tre anni fa, dopo essermi laureato, ho lasciato tutto per girare l’Europa in autostop facendo il musicista di strada. Oggi vivo viaggiando con la mia chitarra”.

Amato e atteso, porterà una nota inconfondibile a Give!

Le associazioni si presentano: Algo mas

logo algo masAl grido di Libera la Cultura diversi gruppi culturali operanti all’interno del Politecnico di Milano si sono uniti in quella che oggi è Algo Mas.

L’associazione, fondata nel Marzo 2008, svolge la sua attività sull’intero territorio della Città di Milano e collabora con altre realtà culturali milanesi.

Algo Mas è un’associazione culturale apartitica, apolitica e areligiosa senza scopo di lucro che organizza attività, eventi, workshop completamente gratuiti o low cost.

Algo Mas è per tutti i giovani, e non solo, affamati di quella cultura che non esclude il divertimento e che esce dal sapere nozionistico delle aule scolastiche. Cultura come Libertà di espressione, di conoscenza, come forma di partecipazione. L’associazione accoglie e aggrega tutti gli appassionati di scrittura, musica, cinema, teatro, etc. che abbiamo una gran voglia di condividere le loro esperienze culturali e farle crescere insieme o che più semplicemente amino stare in compagnia e divertirsi senza dovere, il giorno dopo, colmare con amorevoli coccole il vuoto del proprio portafoglio.

Tutti gli  eventi in svolgimento e in programma si possono ricercare sul sito www.algomas.org o sulla pagina Facebook Algomas Libera la Cultura e se hai un’idea o un progetto puoi proporla ed Algo mas la realizzerà con te.

Il Programma della Domenica

L’attesa è finita il Programma della Domenica è ultimato!

Quasi, quasi ci sarebbe voluto un terzo di giorno di Festival a giudicare dal numero delle attività che verranno realizzate.

Domenica i cancelli apriranno alle ore 10 e si partirà subito con il Workshop Dall’idea all’azione: come si struttura un progetto di cooperazione allo sviluppo in Auditorium ed il Workshop di Haiku all’interno del BONAVENTURA.

Nel giardino invece si terrà il Global Village dove attraverso un oggetto rappresentativo del paese di origine i volontari stranieri delle associazioni partecipanti racconteranno il proprio luogo di origine. L’invito al Global Village è esteso a chiunque voglia partecipare con un racconto.

Poco prima dell’aperitivo avremo come ospite Matteo Terzi alias Soltanto per la sua ultima esibizione milanese prima del tour che lo porterà in giro per l’Italia, seguirà il Jazz del quartetto di Gianluca Zanella che ci condurrà ad un pomeriggio ricchissimo di workshop dalla Scrittura collettiva alla realizzione di macchine fotografiche con scatole di latta passando per Come costituire un’associazione, Lupus in Tabula e Musica Rock.

Sempre nel pomeriggio in anfiteatro avremo due perfomance con lo spettacolo Sarajevo mon amour ed El Puente’s, mentre dalle 15 ogni ora per dieci minuti in giardino sarà possibile ascoltare la testimonianza del volontari nel Corner dei Volontari.

In serata chiuderà il Festival il concerto dei Susina’s Silver Club ed il Djset interamente con vinili di Fred Bully

Tutto qui? Forse no…altre novità potrebbero aggiungersi…

Le associazioni si presentano: Nèura

logoneuraperalgomasTra gli obiettivi dell’associazione di promozione sociale e culturale Nèura, nata a febbraio 2013, ci sono lo studio, la promozione e la diffusione di tematiche riguardanti l’arte, con esclusione dell’esercizio di qualsiasi attività commerciale, che non sia svolta in maniera marginale e comunque ausiliaria e secondaria rispetto al perseguimento dello scopo sociale.

Nèura è una rivista d’arte contemporanea, ma anche uno spazio culturale e sociale che vogliamo portare al di fuori dei confini del virtuale per concretizzare quella simbiosi tra virtuale e reale che ormai è sempre più presente nella vita quotidiana.

Nèura è Fiato d’artista, l’estetica raccontata, le interviste agli artisti, le recensioni alle mostre e agli eventi. Il titolo di questa sezione è un eufemismo che ci rimanda alle provocazioni di uno dei protagonisti dell’arte contemporanea, Piero Manzoni. Nèura legge, ascolta, vive l’arte e si sintonizza sulle frequenze della contemporaneità per dare fiato – appunto – alla creatività che gira intorno a noi.

Nèura è una panoramica sulle iniziative a livello istituzionale, le problematiche, le novità, gli interventi degli addetti ai lavori, ma soprattutto su come ci piacerebbe fosse la ‘pratica’ dell’arte. A tutto questo è dedicata la sezione Eunomiache – Sonia cercava una parola antica ma non pesante, musicale ma autorevole – vuole essere un auspicio al buon governo dell’arte.

Nèura è Nèurastenie, ovvero le news – a cadenza settimanale – sull’arte intorno a noi, i vernissage meno frequentati o i più frequentati, gli appuntamenti creativi da non perdere, le mostre e gli eventi scelti attraverso un #hashtag, un tema che cambierà per ogni uscita del magazine, uno sguardo in picchiata dallo smart della provincia al big della metropoli.

A Give! Nèura presenta una selezione di artisti cui ha dedicato attenzione, con una serie di oggettini artigianali realizzati con il proprio marchio.

Per informazioni: www.neuramagazine.com