Author Archives: algomas

Ma che musica, Give! The Dowsers | L’Officina della Camomilla | Meg Bluez Band | Soltanto

header

L’Officina della Camomilla

L’associazione culturale Algo mas ha preparato per voi una serie di eventi speciali per questo festival!

Per sabato alle 19 sono infatti previsti due concertissimi: L’Officina della Camomilla e The Dowsers. Dei primi scrive il sito ImpattoSonoro: “Sono giovani ed al primo album, dopo una bella dose di tempo passata su Youtube a farsi ascoltare e a piacere, ed ovviamente indovinare la perfezione da subito non è cosa affatto facile”. Una realtà da tenere d’occhio, dunque.

I The Dowsers, invece, “nascono con l’idea di essere rabdomanti, dowsers appunto, alla continua ricerca dell’acqua, di vibrazioni sconosciute emesse da corpi e sostanze, ascoltando i suggerimenti del sottosuolo e trasferendoli in musica”(Edison change music). Insomma, un connubio irresistibile di sperimentalismo.

I Meg Bluez Band suoneranno invece alle 22,30. Di se stessi scrivono: “La voglia di proporre un progetto in cui mescolare i gusti e le influenze ed allo stesso tempo riscoprire e rielaborare sonorità old style…”. Come si fa a resistere?

E per domenica, alle 11,30, un aperitivo musicale con Soltanto, noto per essere riuscito a finanziare il proprio album con la formula del crowfunding, oltre che per le sue doti di musicista di strada. Scrive sul suo profilo facebook: “Tre anni fa, dopo essermi laureato, ho lasciato tutto per girare l’Europa in autostop facendo il musicista di strada. Oggi vivo viaggiando con la mia chitarra”.

Amato e atteso, porterà una nota inconfondibile a Give!

Le associazioni si presentano: Algo mas

logo algo masAl grido di Libera la Cultura diversi gruppi culturali operanti all’interno del Politecnico di Milano si sono uniti in quella che oggi è Algo Mas.

L’associazione, fondata nel Marzo 2008, svolge la sua attività sull’intero territorio della Città di Milano e collabora con altre realtà culturali milanesi.

Algo Mas è un’associazione culturale apartitica, apolitica e areligiosa senza scopo di lucro che organizza attività, eventi, workshop completamente gratuiti o low cost.

Algo Mas è per tutti i giovani, e non solo, affamati di quella cultura che non esclude il divertimento e che esce dal sapere nozionistico delle aule scolastiche. Cultura come Libertà di espressione, di conoscenza, come forma di partecipazione. L’associazione accoglie e aggrega tutti gli appassionati di scrittura, musica, cinema, teatro, etc. che abbiamo una gran voglia di condividere le loro esperienze culturali e farle crescere insieme o che più semplicemente amino stare in compagnia e divertirsi senza dovere, il giorno dopo, colmare con amorevoli coccole il vuoto del proprio portafoglio.

Tutti gli  eventi in svolgimento e in programma si possono ricercare sul sito www.algomas.org o sulla pagina Facebook Algomas Libera la Cultura e se hai un’idea o un progetto puoi proporla ed Algo mas la realizzerà con te.

Il Programma della Domenica

L’attesa è finita il Programma della Domenica è ultimato!

Quasi, quasi ci sarebbe voluto un terzo di giorno di Festival a giudicare dal numero delle attività che verranno realizzate.

Domenica i cancelli apriranno alle ore 10 e si partirà subito con il Workshop Dall’idea all’azione: come si struttura un progetto di cooperazione allo sviluppo in Auditorium ed il Workshop di Haiku all’interno del BONAVENTURA.

Nel giardino invece si terrà il Global Village dove attraverso un oggetto rappresentativo del paese di origine i volontari stranieri delle associazioni partecipanti racconteranno il proprio luogo di origine. L’invito al Global Village è esteso a chiunque voglia partecipare con un racconto.

Poco prima dell’aperitivo avremo come ospite Matteo Terzi alias Soltanto per la sua ultima esibizione milanese prima del tour che lo porterà in giro per l’Italia, seguirà il Jazz del quartetto di Gianluca Zanella che ci condurrà ad un pomeriggio ricchissimo di workshop dalla Scrittura collettiva alla realizzione di macchine fotografiche con scatole di latta passando per Come costituire un’associazione, Lupus in Tabula e Musica Rock.

Sempre nel pomeriggio in anfiteatro avremo due perfomance con lo spettacolo Sarajevo mon amour ed El Puente’s, mentre dalle 15 ogni ora per dieci minuti in giardino sarà possibile ascoltare la testimonianza del volontari nel Corner dei Volontari.

In serata chiuderà il Festival il concerto dei Susina’s Silver Club ed il Djset interamente con vinili di Fred Bully

Tutto qui? Forse no…altre novità potrebbero aggiungersi…

Le associazioni si presentano: Nèura

logoneuraperalgomasTra gli obiettivi dell’associazione di promozione sociale e culturale Nèura, nata a febbraio 2013, ci sono lo studio, la promozione e la diffusione di tematiche riguardanti l’arte, con esclusione dell’esercizio di qualsiasi attività commerciale, che non sia svolta in maniera marginale e comunque ausiliaria e secondaria rispetto al perseguimento dello scopo sociale.

Nèura è una rivista d’arte contemporanea, ma anche uno spazio culturale e sociale che vogliamo portare al di fuori dei confini del virtuale per concretizzare quella simbiosi tra virtuale e reale che ormai è sempre più presente nella vita quotidiana.

Nèura è Fiato d’artista, l’estetica raccontata, le interviste agli artisti, le recensioni alle mostre e agli eventi. Il titolo di questa sezione è un eufemismo che ci rimanda alle provocazioni di uno dei protagonisti dell’arte contemporanea, Piero Manzoni. Nèura legge, ascolta, vive l’arte e si sintonizza sulle frequenze della contemporaneità per dare fiato – appunto – alla creatività che gira intorno a noi.

Nèura è una panoramica sulle iniziative a livello istituzionale, le problematiche, le novità, gli interventi degli addetti ai lavori, ma soprattutto su come ci piacerebbe fosse la ‘pratica’ dell’arte. A tutto questo è dedicata la sezione Eunomiache – Sonia cercava una parola antica ma non pesante, musicale ma autorevole – vuole essere un auspicio al buon governo dell’arte.

Nèura è Nèurastenie, ovvero le news – a cadenza settimanale – sull’arte intorno a noi, i vernissage meno frequentati o i più frequentati, gli appuntamenti creativi da non perdere, le mostre e gli eventi scelti attraverso un #hashtag, un tema che cambierà per ogni uscita del magazine, uno sguardo in picchiata dallo smart della provincia al big della metropoli.

A Give! Nèura presenta una selezione di artisti cui ha dedicato attenzione, con una serie di oggettini artigianali realizzati con il proprio marchio.

Per informazioni: www.neuramagazine.com

GIVE PREVIEW: CINEMA E MUSICA

Saranno il Cinema e la Musica i protagonisti degli eventi Anteprima del Festival di questa settimana.

Questa sera Half/Redo: sonorizzazione dal vivo del film “Il Gabinetto del dottor Caligari” presso la sede dell’Associazione LAST in via graziano imperatore 40 a Milano.

Half/Redo chitarrista dei Grenouille e degli Arturo Fiesta Circo proporà una performance artistica basata sulla sonorizzazione live di film muto del 1920 di Robert Wiene, considerato il film horror d’eccellenza nell’epoca del film muto.

Qui maggiori informazioni.

 

Venerdì 17 invece JAM SESSION BLUES&FUNK al Black Drop di Milano (viale Monza 185) a cura dell’Associazione Algo mas.

Dopo 7 messi di jam, occasionalmente di venerdì la Festa di chiusura stagione vedrà sul palco tutti i musicisti che si sono esibiti in questi mesi e chiunque abbia voglia di suonare con loro.

Qui maggiori informazioni.

Il Programma del Sabato

logo_give_200Finalmente svelato il Programma del Sabato!

Apertura cancelli alle ore 15 e saluti ufficiali alla presenza dell‘Assessore alla Sicurezza e coesione sociale, Polizia locale, Protezione civile, Volontariato Marco Granelli poi si parte subito con il Workshop Coltivare il volontariato. Da Milano al Kilimangiaro, come essere cittadini attivi nel mondo e varie attività dal Re-Design alla Scrittura di una canzone passando per i giochi a tappe a cura delle Associazioni partecipanti.

In serata concerti con L’Officina della Camomilla, The Dowsers e Smash Quartet e la Maratona di Cortometraggi con pellicole dal Milano International Film Festival e dal Festival del Cinema Africano, Asia e America Latina.

Sarà presente per tutta la giornata una area Orientamento al Volontariato gestita dal CIESSEVI di Milano dove gli aspiranti volontari potranno conoscere le tantissime opportunità di Volontariato in Città e conoscere direttamente i Volontari delle Associazioni partecipanti la Festival.

Inoltre verranno allestite sei Mostre fotografiche nell’Area EXPO e due Installazioni in Giardino.

Non vi resta che partecipare alla Festa!

Le associazioni si presentano: LAST, Laboratorio Artistico Società Trasversali

logoLAST bn2L’associazione culturale Laboratorio Artistico Società Trasversali -LAST- è nata nel 2010 da dieci ragazze e ragazzi cresciuti nello stesso quartiere, che hanno condiviso esperienze di studi, di volontariato o professionali. LAST è nata con l’intento di riunire queste diverse formazioni ed interessi per valorizzare mutuamente ciascuna componente del gruppo.

Come da Statuto, l’Associazione ha per oggetto sociale il favorire la crescita del benessere delle persone attraverso la promozione e la divulgazione dell’arte e della cultura in genere, a prescindere dalle forme, dal linguaggio e dai media attraverso cui si esprimono; promuovere la libera e aperta espressione delle persone, stimolando e favorendo lo sviluppo delle capacità personali e del potenziale creativo di ciascuno. Le attività dell’Associazione sono inoltre mirate a promuovere le relazioni tra persone, favorendo il confronto e l’interculturalità e valorizzando le differenze di cui ognuno è portatore, e a incentivare l’uso del tempo libero quale fattore di elevazione e valorizzazione della personalità dell’uomo.

LAST è un laboratorio artistico che si propone di rappresentare e creare delle società trasversali, linee che partendo ed arrivando in punti differenti abbiano dei contatti tra loro, si influenzino, si modifichino reciprocamente, per far si che vi sia una crescita.

Il foglio su cui queste linee si incrociano si trova in Via Graziano Imperatore, ha due ingressi, due uscite e tante finestre, è quindi assolutamente permeabile e trasparente.

L’associazione propone corsi di lingua italiana per adulti stranieri, mostre fotografiche, festival di street art, testimonianze di giovani con esperienze di volontariato/lavoro in contesti disagiati e poco conosciuti del mondo, ma anche spazi di semplice socialità con aperitivi musicali, dj-set, serate ricreative con giochi.

Alcune delle iniziative realizzate:

• Ciclo di sensibilizzazione sui rifugiati politici di Milano “Questa storia non è una favola” • Il progetto “OIKIA” in collaborazione con Fratelli dell’Uomo • L’iniziativa “Street Art Cultura di periferia” • L’evento “Marmellata di colori” • La mostra fotografica/workshop “The self portrait experience” • L’evento/proiezione “The agronomist” in collaborazione con ColorEsperanza

Oltre alle iniziative sopraindicate l’associazione ha realizzato numerosi altri progetti grazie ad autofinanziamento e donazioni liberali da parte dei soci.

Le associazioni si presentano: Students for humanity

sfhStudents for Humanity è un’associazione indipendente, autonoma e aperta a tutti, che si pone l’obiettivo di promuovere, all’interno dell’ambiente universitario, i valori connessi alla solidarietà e alla dignità umana, avvicinando altresì gli studenti al mondo del volontariato.

Nella realtà milanese, grazie alla collaborazione con diverse associazioni non profit operanti sul territorio, svolgiamo attività di assistenza a persone che vivono in stato di emarginazione e disagio sociale, riconoscendo la loro dignità e favorendone la promozione all’interno della società.

Sosteniamo inoltre progetti di sviluppo solidale all’estero, attraverso raccolte fondi ed esperienze di lavoro e condivisione presso le comunità locali.

È in corso infatti la preparazione dei volontari al viaggio di volontariato nel villaggio di Wasa, in Tanzania, nel periodo da giugno a settembre.

Students for Humanity organizzerà a Milano nel mese di giugno un aperitivo con mostra fotografica di fotografie scattate nei territori africani per promuovere una raccolta fondi destinata al completamento del centro sanitario di Wasa.

Le associazioni si presentano: GapYear, volontariato internazionale

Volontario GapYearDall’Uganda al Costa Rica, GapYear si propone di mettere in contatto cittadini volenterosi con ONG locali in cerca di collaboratori.

I progetti che la Onlus sostiene sono diversi e vanno dal volontariato in campo sociale ad attività volte alla conservazione della natura: è così che si può scegliere di partire per il Kenya, andando ad insegnare in una scuola di Korogocho, una delle più vaste baraccopoli nell’area di Nairobi, così come volare in Costa Rica per contribuire alla tutela delle tartarughe marine.

GapYear è infatti una Onlus che offre l’opportunità di fare esperienze di volontariato di breve e lunga durata in Centro America, India e Africa in progetti di sviluppo portati avanti da associazioni locali radicate nel territorio.

GapYear logoI programmi di volontariato interessano India, Uganda, Camerun, Kenya, Mozambico, Sud Africa e Costa Rica e fanno in modo che i volontari lavorino insieme allo staff locale e che ciascun partecipante possa così dare un contributo personale e diretto al successo dei progetti.

L’obiettivo finale è quello di contribuire allo sviluppo delle organizzazioni locali arricchendo il lavoro dello staff con il prezioso supporto dei volontari.

Sito web: www.gapyear.it

Give segnala: Giornata aperta delle Casa delle associazioni e del Volontariato di Zona2

volontariatogiornatapaerta

Domenica 12 maggio dalle ore 10

La Casa è un progetto, del Comune di Milano, che promuove, rafforza e sostiene l’associazionismo e il volontariato locale. Il Comune di Milano riconosce il contributo cruciale che l’associazionismo e il volontariato offrono alla comunità in termini di coesione sociale, sviluppo, solidarietà, partecipazione e cittadinanza attiva. Per tale ragione promuove e sostiene la crescita dell’associazionismo nella città di Milano con l’obbiettivo di: rafforzare il tessuto associativo per sostenere e accompagnare le Associazioni mettendo loro a disposizione le infrastrutture necessarie al loro sviluppo. Le Case delle Associazioni diventano così luoghi in cui le Associazioni possono mettersi in rete, reperire strumenti, idee e incontrare la cittadinanza.

La giornata sarà animata dalle Associazioni iscritte alla Casa, che presenteranno alla cittadinanza le loro attività attraverso stand informativi, iniziative, laboratori, ecc.

Vi aspettiamo per conoscere la Casa e i suoi Servizi e vi preghiamo di diffondere l’invito.